Il notaio e le operazioni straordinarie delle società di capitali.

L’assemblea delle società di capitali può deliberare la modifica del contenuto dello Statuto ovvero, al fine di far fronte ad esigenze sopravvenute, può decidere di compiere un’operazione che comporti la variazione dell’entità del capitale sociale o un radicale mutamento dell’assetto organizzativo della società stessa(cosiddette “operazioni straordinarie”).

La legge prescrive che le decisioni di modifica dello Statuto, comportando un notevole impatto sull’organizzazione e sulla vita della società, siano verbalizzate dal notaio. Sono altresì affidate al notaio le operazioni straordinarie più rilevanti delle società (sia di persone che di capitali), quali trasformazioni, fusioni, scissioni, emissione di prestiti obbligazionari.

Il notaio, a seguito dell’accertamento delle condizioni stabilite dalla legge,richiede l’iscrizione dell’atto presso il Registro delle Imprese. L’iscrizione conferisce efficacia all’atto.

Il nostro Studio è in grado di offrire alla propria clientela una consulenza altamente qualificata in campo societario, sia con riguardo alla predisposizione delle clausole statutarie più adatte alle concrete esigenze dei soci e delle società, sia con riguardo alla consulenza ed assistenza nelle operazioni straordinarie economicamente più rilevanti (trasformazioni, fusioni, scissioni, aumento e riduzione del capitale, ripianamenti delle perdite e ricostituzione del capitale, emissione di prestiti obbligazionari, ecc..).

Il nostro Studio è altresì in grado di dare assistenza alle parti anche per aspetti di consulenza societaria che vanno al di là dell’attività strettamente notarile, previo conferimento di uno specifico incarico.
Potete inoltrare direttamente al nostro Studio le vostre richieste per ottenere un preventivo gratuito o per fissare un colloquio conoscitivo accedendo all’apposita sezione dell’Home page RICHIEDI UN PREVENTIVO oppure inviando un’email ai nostri indirizzi indicati in calce.

Condividi su:Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn