Cos’è il testamento segreto?

Il testamento segreto può essere scritto dal testatore o da una terza persona.

Se scritto di pugno dal testatore, è sufficiente una sua firma in calce alle disposizioni testamentarie; se invece è scritto in tutto o in parte da altri o a macchina dal testatore, il testamento segreto deve essere sottoscritto anche su ciascun mezzo foglio.

Il testamento segreto viene poi sigillato in una busta e consegnato ad un notaio che redige un verbale alla presenza di due testimoni. Non si tratta di una “bozza” di testamento, ma di una vera e propria scheda testamentaria che , al momento della morte del testatore, sarà soggetta a pubblicazione ad opera di un notaio. Il testatore può comunque ritirare in ogni momento il testamento segreto dal notaio che lo ha ricevuto in deposito, il quale redigerà un apposito verbale di restituzione.

Il testamento segreto unisce i vantaggi del testamento olografo a quelli del testamento redatto davanti al notaio in quanto consente al testatore di tener celato il contenuto del testamento, fornendo al contempo la sicurezza che la scheda testamentaria non andrà smarrita e non sarà sottratta o alterata. Inoltre offre una notevole sicurezza per quanto riguarda l’origine e la data della stesura.

Il ruolo del notaio nel testamento segreto

Il notaio è un professionista esperto nel diritto delle successioni e può fornire assistenza legale per la corretta redazione del testamento e per la soluzione dei singoli casi che si presentano nella predisposizione di un testamento segreto.

Per avere informazioni o una consulenza per la redazione di un testamento segreto è opportuno rivolgersi al notaio ed è possibile inviare un’email ai nostri indirizzi indicati in calce.

Condividi su:Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn