Il termine escrow significa “deposito” e consiste in un accordo scritto tra due parti in forza del quale documenti, somme di denaro o titoli di proprietà vengono depositate presso un Fiduciario, terza parte, a titolo di garanzia. All’avverarsi di determinate condizioni pattuite dalle parti stesse nel contratto sarà compito del Fiduciario rilasciare l’oggetto dell’escrow.

Escrow di codice sorgente

Nell’era digitale l’erogazione dei servizi di molte società si basa sull’utilizzo in licenza di specifici software, a cui le aziende affidano, anche se indirettamente, la garanzia di continuità dell’erogazione dei loro servizi.

Posta la quasi totale dipendenza dell’efficienza operativa di tali realtà economiche dalla fruizione di un asset digitale non in loro diretto possesso, ma in licenza da parte di una software house che mantiene il possesso dei codici sorgente alla base del funzionamento del software stesso.

L’azienda utilizzatrice sente pertanto sempre più il bisogno di tutelarsi dall’eventualità che la società produttrice di software si trovi impossibilitata a rendere disponibile il bene oggetto di contratto di licenza.

Il nostro studio notarile dispone delle tecnologie e del know-how necessario per accettare in deposito il codice sorgente a tutela dell’utilizzatore/committente rispetto a situazioni patologiche che possono interessare la società che ha sviluppato il codice sorgente.

Il notaio digitale, avvalendosi del sistema di conservazione eWitness, è in grado di garantire la segretezza e l’integrità nel tempo del codice sorgente. Nella sua veste di giurista e pubblico ufficiale imparziale, è infatti il soggetto più qualificato per risolvere le questioni giuridiche e pratiche che si verificano in caso di deposito in escrow del codice sorgente.

Generazione e deposito di chiavi di cifratura

Sono sempre più numerose oggi le società che adottano infrastrutture tecnologiche a semplificazione dei propri processi di business. L’utilizzo di architetture di firma grafometrica per la sottoscrizione di documenti e contratti è una manifestazione della crescente digitalizzazione delle procedure.

La firma grafometrica é particolarmente diffusa nei settori bancario, sanitario ed assicurativo, in quanto garantisce il pieno controllo sulla procedura di generazione dei documenti informatici ed una loro agevole sottoscrizione elettronica anche da parte di chi non dispone di una smartcard di firma digitale.

In tale contesto, il deposito delle chiavi di firma è un servizio altamente richiesto, che scaturisce da una volontà di semplificazione procedurale in un contesto generale di sicurezza di dati e procedure.

Il nostro Studio, grazie a eWitness, dispone delle tecnologie e del know how necessario per procedere a deposito sicuro delle chiavi di cifratura e decifratura di firma grafometrica, che è tipo di firma elettronica avanzata ai sensi del Codice dell’Amministrazione Digitale, e procedere eventualmente alla loro ricomposizione ed estrazione.

Il notaio, anche in questo caso è figura fondamentale per il suo ruolo di responsabile del deposito e del rispetto dei requisiti di sicurezza, e in quanto tale:

  • tutela l’intero processo di generazione delle chiavi;
  • garantisce che l’azienda utilizzatrice di firma grafometrica non sia entrata in possesso di chiave privata di decifratura del dato biometrico;
  • su incarico dell’azienda cliente, procede alla ricomposizione ed esibizione delle biometrie eventualmente oggetto di disconoscimento di firma.
Condividi su:Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin