A norma dell’art. 2421 c.c. le società di capitali sono obbligate alla bollatura e alla numerazione dei seguenti libri:

  1. Il libro dei soci  (facoltativo per le Srl)
  2. Il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee
  3. Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione
  4. Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo
  5. Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo della gestione
  6. Il libro delle obbligazioni
  7. Il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti
  8. Il libro degli strumenti finanziari emessi ai sensi dell’art. 2447 sexies c.c.

Tale obbligo quindi sussiste per le società a responsabilità limitata, società per azioni, società in accomandita per azioni, società cooperative e società consortili.

Non esiste alcun obbligo di bollatura per:

  • Imprese individuali
  • Società di persone
  • Consorzi con attività esterna
  • Associazioni
  • Fondazioni

L’art. 8 della legge n. 383 del 18/10/2001, ha soppresso l’obbligo della bollatura, fermo restando l’obbligo della numerazione progressiva per:

  • Libro giornale
  • Libro inventari
  • Libri previsti dalla normativa fiscale

Pertanto per tali libri la bollatura è facoltativa.

 

Tassa di concessione governativa

Le S.p.a., le S.r.l., le S.r.l.s. e la S.a.p.a. e le società consortili sono tenute a pagare la tassa di concessione governativa annuale pari a:

309,87 euro, se il capitale sociale (alla data del 1° gennaio dell’anno in cui la tassa viene pagata) non supera i 516.456,90 euro;

516,46 euro, se il capitale sociale (alla data del 1° gennaio dell’anno in cui la tassa viene pagata) è maggiore.

Per le società di persone, società cooperative, associazioni e fondazioni e per i libri contabili è dovuta una tassa di concessione governativa pari a 67 euro ogni 500 pagine o frazione di pagina.

Le cooperative edilizie pagano una tassa di concessione governativa di 16,75 euro ogni 500 pagine o frazioni di pagina.

Le cooperative sociali e le Onlus sono esenti dal pagamento della tassa di concessione governativa.

La tassa di concessione governativa, che resta sempre la stessa indipendentemente dal numero dei libri e delle pagine, può essere pagata tramite modello F24 (codice tributo 7085 – Tassa annuale vidimazione libri sociali) entro il 16 marzo di ogni anno ovvero per le imprese di nuova costituzione anche utilizzando un bollettino postale recante il codice 6007 intestato all’Agenzia delle Entrate.

Marche da bollo: per ogni libro è prevista l’apposizione di una marca da bollo da 16 euro per ogni 100 pagine o frazioni di pagine.

Le cooperative sociali e le Onlus sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo.

Per eventuali richieste di vidimazione (o bollatura) è possibile contattare lo studio inviando una mail al seguente indirizzo: milano.office@sng.it e cinisello.office@sng.it

Condividi su:Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin